Case Prefabbricate, Passive ed Impianti Ibridi

Due Costruzioni che vanno di pari passo e possono integrarsi a vicenda sono, some da titolo le case passive e gli impianti ibridi, ovvero quegli impianti che offrono varie tipologie di sfruttamento delle rinnovabili. Nel caso di Energy Zone, è in allestimento un kit di Solare Fotovoltaico con accumulo + Eolico verticale + Solare Termico e Pompa di calore con relativo accumulo, che integrato su tetti di case prefabbricate di nuova costruzione, e previo dimensionamento opportuno, permette di evitare totalmente l’allacciamento alla rete elettrica, e dal GAS. Quest’ultimo è la componente più costosa delle bollette nostrane, per questo Motivo Energy Zone si sta spingendo oltre, integrando in questa tipologia di impianti: Piscine e servizi, che un tempo erano solo per ricchi, ma che oggi, sapientemente dimensionati possono contribuire alla produzione ed all’accumulo di Energia in tutte le sue forme! Da una parte abbiamo gli impianti di produzione Elettrica, quali fotovoltaico ed eolico, e dall’altra gli impianti che sfruttano il calore ma specialmente le differenze di temperatura, accumulandole con pochissime perdite per permettere ai residenti di sfruttarle in qualsiasi momento della giornata.

Posted in Com'è fatto?, News | Tagged , , | Leave a comment

Energy Zone e Case Prefabbricate e Passive

Sono lieto di annunciare che nei prossimi mesi Energy Zone concluderà accordi importanti con 3 grandi aziende del Nord Europa per la realizzazione di case passive e domotiche. I punti salienti dell’accordo prevedono la fornitura di kit casa, principalmente in legno, illuminazioni a led, cucine elettriche, pompe di calore, e pannelli fotovoltaicotermici, ed infine piscine per il benessere utilizzate anche come accumulatori di calore per l’inverno.

Questo tipo di case permette l’abbattimento della bolletta del gas in quanto non viene fatto nessun allacciamento, tutta l’energia elettrica viene autoprodotta, il ricircolo dell’aria nella casa stessa è studiato nei dettagli durante la fase di progettazione, ciò permette di avere a disposizione degli open space (cucina/sala ad esempio) senza che gli odori invadano le principali posizioni della casa. Ampie finestrate strategiche, che permettono di riscaldare il pavimento in inverno ma di tenerlo fresco in estate, ovviamente riscaldamento a pavimento, e un server da soli 150W in grado di gestire totalmente la casa anche da remoto (con scheda 3g e numero dedicato).

La bio-edilizia quindi sarà il secondo ramo di Energy Zone, ed Energy Zone si occuperà della fornitura di tutti i materiali, ed eventualmente del chiavi in mano per l’italia, quest’ultimo con un costo obiettivo per il cliente finale inferiore ai 770€/mq, ovvero circa la metà del costo di una casa tradizionale in classe A/B. Per info più dettagliate potete contattarmi direttamente al cellulare: +39 349 47 35 978

Quali sono quindi i vantaggi di una casa pensata fin dall’inizio, che voglia ottenere consumi 0, e sia prefabbricata con progetto pensato anche sul circolo dell’aria e della luce? Molteplici! Il costo irrisorio permette di costruire case di quasi doppio volume a parità di spesa, permette altresì di avere un costo di mantenimento quasi nullo (salvo l’installazione di batterie di accumulo infatti l’energia consumata durante la notte rimarrà a spesa).

Se quindi anche voi nel futuro vedete una valida alternativa nelle case prefabbricate passive contattateci per saperne di più

Posted in News | Tagged , , , , , | Leave a comment

La quiete dopo la tempesta

Rieccoci a parlare di come va il mercato del fotovoltaico. La foto vuol essere rappresentativa di un brutto momento di mercato, da quando è arrivato il quinto conto energia e tutte le aziende di fotovoltaico hanno iniziato ad avere problemi di vendite. Giustamente il conto energia ha abbassato gli incentivi, però c’è un problema! Il costo dei pannelli non si e’ abbassato in ugual misura. Inoltre le Banche non fanno credito come nel 2010 (quando si poteva parlare di tempesta) per cui anche piccoli e medi clienti sono costretti ad usare i soldi propri per un investimento che sarebbe molto più redditizio, e meno rischioso con l’aiuto delle Banche stesse. Tornando alla foto, la seconda rappresentazione riguarda i pannelli ricevono il sole nonostante le nuvole. Per cui si preannuncia un 2013 piena di aspettative, in forte crescita se confrontato con il 2012.

image

Ora gli incentivi tendono a premiare chi realmente autoconsuma l’energia prodotta, il problema è che una famiglia media negli orari di produzione dell’impianto, e fuori di casa, per lavorare!
Sulle aziende il discorso cambia, infatti gli stessi lavoratori sono proprio in azienda nel momento di produzione, per cui il 5 conto energia fa poche pieghe, ma son convinto che debba essere rivisto per gli impianti sotto i 20kWp.
Buon sole a tutti!

Posted in Incentivi, News | Tagged , , , | Leave a comment

Installazioni da 20kWp

image

Eccoci a parlare degli impianti di fascia media, come andranno i 20kWp sul 5* conto energia? Essendo sopra i 12kWp saranno sicuramente da iscrivere al registro. Una domanda sorge spontanea, la gara degli installatori e dei clienti sarà ai 19kWp o poco meno oppure agli 11.99? Uno dei criteri per la graduatoria sta proprio nella potenza per cui, probabilmente vedremo sforbiciare due categorie sotto i 20, quella vicina ai 20 e quella appena sotto i 12. Probabilmente da un lato è positivo, in questo modo gli stessi clienti riusciranno a selezionare gli installatori che vogliono fare più kWp da coloro che vestono su misura l’impianto, fatto sta che si crea un nuovo scompiglio. Per ora non c’è da aver paura infatti la progressione del FV ormai arrestata dalle Banche, vedrà probabilmente il 4* conto energia andare avanti ancora per qualche mese.
La foto riportata riguarda un impianto fatto a Modena (di cui inseriremo prossimamente un servizio fotografico) sull’Acetaia Giusti in collaborazione con Cogenergy, grossa azienda di Sassuolo, con la quale Energy Zone collabora da oltre 2 anni, è solo una piccola dimostrazione che qualcuno che non dorme c’è. Questo articolo vuole essere un aiuto per coloro che sono indecisi se partire oppure no con un progetto di questa portata (20kWp). Beh essendo ancora in vigore il 4* conto energia, ed avendo sufficiente sicurezza di rientrarci, proprio per via del mercato quasi bloccato, chi può non deve aspettare per vedere cosa succederà, o il rischio sarà quello di essere arrivati tardi ed aver perso il treno…
Buon Sole a tutti!

Posted in Incentivi, News | Tagged , , , | Leave a comment

5° conto energia

Girava voce da 3/4 gg. Ebbene oggi la prima bozza del conto energia n 5 e’ apparsa in rete. In serata il link al pdf

Dopo una lettura veloce, appare chiaro che potrebbe trattarsi di una nuova batosta per il settore, non tanto per i numeri che salteranno fuori nei business plan, ma per come i clienti possono prendere la notizia… Un nuovo 2011 quindi? Staremo a vedere…

Posted in GSE, Incentivi, News | Tagged | Leave a comment